News‎ > ‎

3DF - Free srl Uboldo - C.G.Castegnate 3-0 (25-16, 25-15, 25-16)

pubblicato 24 mag 2015, 00:47 da Video NewVolleUboldo   [ aggiornato in data 24 mag 2015, 00:50 ]

- Uboldo, 22 maggio 2015 –

Si è conclusa con due enormi grida di gioia l’ultima giornata di campionato del team Free srl: il primo grido è dovuto alla vittoria 3-0 della partita contro il C.G. Castegnate; il secondo, ancora più euforico, si è alzato a palestra mezza vuota, quando è giunto l’esito del match che ha visto impegnato Castiglione Volley e Costruzioni La Sebina: 3-1. Un risultato che per molti può essere indifferente – ci si aspettava la vittoria del Castiglione - , ma quel set vinto dalla squadra di Lonate Pozzolo ha fatto una grande differenza: la Free srl lascia infatti la terza divisione per approdare in seconda! Questo era l’obiettivo da raggiungere e questo è stato l’obiettivo meritatamente raggiunto.

L’intera partita, molto sentita da atlete, allenatore, dirigenti e pubblico, si è giocata inizialmente con un gran timore di sbagliare, timore che più volte ha dato la possibilità al Castegnate di stare a pochi punti di distanza da noi; bastano però un attacco deciso o una invidiabile difesa per ridare vigore e determinazione alle giocatrici uboldesi, che sapevano di giocarsi la partita dell’anno e di non dover dare troppo spazio alle ospiti, decisamente preparate nonostante la loro posizione in classifica.

Primo set. Le prime due rotazioni non hanno visto primeggiare una squadra in particolare: frequenti sono le battute a rete della Free, che inoltre, nei tentativi di concludere gli attacchi, trova al di là della rete una squadra-portiere che difficilmente lascia cadere a terra la palla. L’entrata in campo del braccio di Ruzza si fa subito sentire e per le avversarie comincia ad essere complicato prevedere il gioco. Le decisioni di Morandi sono determinanti e le attaccanti si muovono secondo il suo volere; finalmente a 18-16 la Free prende pieno vigore e il suo gioco non fa più una pecca: tra muri-punto e attacchi le padrone di casa non danno ulteriori spazi al Castegnate, che in poco vede il tabellone mutare da 18-16 a 25-16.

Secondo set. L’arbitro ha appena fischiato la ripresa del gioco e già il punteggio ammonta a 11-1 e l’unico punto avversario è dovuto a un lieve errore tecnico delle uboldesi. Gli scambi tra Morandi e il centrale Marsili avvengono in un baleno e ingannano l’occhio avversario, che anche con gli attacchi di Garribba poco può fare. Tuttavia, ormai pressoché sicure di vincere il set, le ragazze perdono temporaneamente il controllo del gioco e una scarsa copertura del campo fa aumentare i punti del Castegnate. Recuperare dieci punti è però ormai una sfida impossibile per le avversarie che, dopo aver ritardato di qualche secondo il match-point uboldese, finiscono il loro set 25-15.

Terzo set. L’allenatore Brignani decide di rimettere in campo la stessa formazione del primo set. La potenza di Villa si fa sentire anche dalla seconda linea, ma è soprattutto il gioco di squadra che fa la differenza. Benché il Castegnate non disti molto dalla Free, le uboldesi si giocano il tutto e per tutto e ne risultano, agli occhi del pubblico, scambi interminabili e da mondiale; le frequenti diagonali delle nostre indeboliscono l’intera squadra avversaria che ad un certo punto non è più in grado di sostenere il nostro gioco. Saltuariamente vengono svelati buchi vantaggiosi alle ospiti e un pizzico di indecisione regala loro alcune palle. Marsili punta a precise zone del campo avversario e lì fa cadere la palla, Garribba non è da meno e fa salire ulteriormente i punti della squadra. Una ricezione sbagliata sulla battuta di Brignani regala alla Free la possibilità del match-point che viene ritardata da un solo punto avversario prima di essere colta. Con un semplicissimo e prevedibile attacco la Free mette a segno l’ultimo punto del campionato e termina il set 25-16.

Tutta la palestra esulta, benché ancora il passaggio diretto alla Seconda Divisione non sia scontato. L’allenatore Brignani lancia in continuazione occhiate allo schermo del suo cellulare nell’impaziente attesa di ricevere il risultato della partita in parallelo del Castiglione, ma è visibilmente molto emozionato e il sorriso non lascia né bocca né occhi: “È stato un campionato fantastico, tutte le giocatrici sono cresciute molto in questi sette mesi; hanno consolidato la squadra, hanno fatto davvero squadra. Ora speriamo solo di non dover giocare altre partite per il passaggio diretto in seconda.” E la conferma della gioia non tarda ad arrivare: il grido d’esultanza di Brignani si fa sentire negli spogliatoi e subito le ragazze intuiscono. L’abbraccio spontaneo che ne scaturisce non è fra compagne di squadra e allenatore, ma fra componenti di un’unica grande famiglia che in più anni ha condiviso vittorie e sconfitte, gioie e dolori e che ha sempre messo anima e corpo in ogni allenamento e partita, in ogni occasione di ritrovo, in ogni momento passato insieme. Questa non è la fine di un campionato, ma l’inizio di una stagione nuova… la stagione della Seconda Divisione.

Si inizia!!!

team Free srl

la partita in grafico

DR