News‎ > ‎

3DF - ASD Panta Rei - Free srl Uboldo 2-3 (27-25, 25-23, 21-25, 25-27, 8-15)

pubblicato 3 mag 2015, 06:17 da Video NewVolleUboldo   [ aggiornato in data 5 mag 2015, 11:11 ]

- Solbiate Olona, 2 maggio 2015 –

ASD Panta Rei contro Free srl Uboldo: la partita più importante, la più sentita, la più sofferta (e per “sofferta” non si parla solo di difficoltà di gioco ma anche morali), ma soprattutto la partita più meritatamente vinta. Più di due ore di palpitazioni hanno tenuto impegnati squadre e pubblico, in un match di altissimo livello in cui fino all’ultima azione il vincitore è stato un punto di domanda. Sono state numerose le difficoltà incontrate, ma le giocatrici uboldesi soprattutto non hanno mai smesso di credere nella vittoria, che dopo ben 5 set ha finalmente stretto loro la mano.

Primo set. È il Panta Rei a mettere a segno i primi punti del match, ma c’è poco per le solbiatesi da stare tranquille: Morandi distribuisce a turno palle a tutte le attaccanti che, tra pallonetti e attacchi mirati, non ci mettono molto a raggiungere il Panta Rei. Prima Garribba abbassa le difese avversarie, poi Villa sferra l’attacco finale; il gioco messo in atto dalla Free è validissimo, ma altrettanto valida si rivela essere la ricezione solbiatese. Basta un attimo di indecisione per dare modo alle avversarie di arrivare a 20-13 riprendendosi i punti persi; l’allenatore decide quindi di mettere in gioco Ripamonti su Morandi e Robbiati su Brignani. Tra le due squadre è scontro aperto: Villa è in battuta e gioca a battaglia navale, abbattendo tutte le avversarie che si trovano nel raggio d’azione del suo tiro, mentre Borghi lancia missili ed erige muri. Con facilità arriviamo al pareggio di 22-22 e riusciamo ad arginare i tentativi di vittoria avversaria fino al 25-25, poi tuttavia il set si conclude 27-25.

Secondo set. Le attaccanti di entrambe le squadre si fanno sentire fin da subito e altrettanto si può dire della nostra difesa, con Locatelli e Garribba che, quasi ad essere in una piscina, si lanciano e si lasciano scappare ben poco, fatta eccezione per alcune palle di “natura incerta” che si rivelano non essere out solo nel momento in cui toccano il suolo. Al punteggio di 11-11 segue un leggero calo della Free, che poco ci mette per recuperare e per arrivare a un ulteriore pareggio 21-21. Ruzza martella con insistenza e l’atmosfera si fa sempre più incandescente, complici dei dubbi su palle filo-riga che, al punteggio di 24-23 costano un cartellino rosso all’allenatore Brignani e la conseguente perdita del set per la squadra della Free.

Terzo set. Ancora i punti salgono a rilento, ancora è un continuo pareggio: non si vogliono perdere occasioni e da parte di entrambe le squadre c’è la volontà di salvare la palla ad ogni costo. Borghi torna a picchiare e a murare e Garribba non è da meno, Brignani invece opta per attacchi meno cattivi ma ugualmente efficaci. Ruzza è in prima linea nella difesa del proprio campo e con un eccellente muro prende ulteriore distanza dalle avversarie. Seguono tre punti del Panta Rei che fanno vacillare la corsa alla vittoria della Free che chiude comunque il set 21-25.

Quarto set. L’incorretta tifoseria avversaria non fa altro che accrescere la cattiveria delle ragazze uboldesi, che con i loro attacchi-missile fanno fare addirittura canestro alla difesa avversaria. Il Panta Rei però non si abbatte e raggiunge la Free al 7-7. Il “fattore c” comincia finalmente a patteggiare per la Free, che dalla sua ha anche il “fattore Garribba”; superiamo le avversarie e raggiungiamo quota 10-14, ma le atlete sono accaldate e, dopo l’ennesimo pareggio, il capitano Brignani chiede di visionare la formazione. A pochi punti dal termine del set entrano Ripamonti su Morandi e Scuderi su Villa, che danno un buon contributo per vincere il set 25-27, nonostante un soffitto basso che più volte ostacola il gioco della Free.

Quinto set. La Free concede all’inizio troppi punti alle padrone di casa, punti che in questa fase della partita sono importanti più che mai; ma non si ha timore di giocare il tie-break, tant’è che si verifica il sorpasso e l’allenatore avversario al 6-7 chiede il time out. La pausa non blocca ma anzi rinvigorisce il gioco uboldese e le due centrali Borghi e Ruzza, mandando in frantumi i muri avversari ed edificandone a loro volta di più resistenti, sono protagoniste dei punti finali di questa formidabile partita, che si conclude 8-15.

È pieno di gioia e di commozione il grido di vittoria di atlete, allenatore e pubblico: ci sono state forti tensioni e provocazioni nella partita, ma ancora più forte è stato il desiderio di vincere, che alla fine ha premiato alla grande la terza divisione uboldese. Nulla da dire sulla bravura delle atlete del Panta Rei, che ora però stanno in terza posizione, alle nostre spalle per un solo punto; ma la Free di questo sabato 2 maggio ha dato prova del suo valore e della sua unione: insieme si supera qualsiasi cosa, insieme si combatte, insieme si vince.

Venerdì 8 maggio tutta la squadra attende il suo caloroso pubblico, settimo giocatore in campo, per la partita che si terrà in casa contro l’Oratorio San Vito di Gornate Olona.


grido di vittoria del team al termine della partita

la partita in grafico

DR