News‎ > ‎

3D Campionato: C.G.Castegnate A - Free Bigiotteria 2-3 (21-25, 25-20, 17-25, 25-21, 15-17)

pubblicato 10 mar 2017, 02:26 da Video NewVolleUboldo   [ aggiornato in data 10 mar 2017, 02:27 ]

- Castellanza, 9 marzo 2017 –

Che partita infinita! La tifoseria ha seguito da una nuova e un po’ scomoda prospettiva le imprese delle proprie ragazze, le ragazze hanno lottato con i denti – talvolta traballanti – fino all’ultimo servizio; ma sia dalle voci sugli spalti sia da quelle provenienti dal campo la partita non avrebbe dovuto avere lunga vita: “Dai che tra un po’ ce ne andiamo a dormire!”. Così non è stato: la Free Bigiotteria, dopo un primo set ragionevole, ha tenuto col fiato sospeso fino alle ultime infinite azioni dell’infinita partita, difendendo la propria posizione per altri 4 set, esultando solo sul fischio finale. La prima giornata di ritorno si è così conclusa con la sconfitta per 2-3 delle padrone di casa del C.G. Castegnate A, a cui vanno dei sinceri complimenti per la tenacia con cui si sono battute.

Primo set. Il Castegnate guida l’inizio della partita mantenendosi in un lieve vantaggio fino al decimo punto; con dei giochetti improvvisati sottorete la Free Bigiotteria riaggancia le sfidanti sull’11-11 e da questo momento si guiderà fino alla fine del set il timone del gioco. La difesa in campo è molto buona, sia grazie agli efficaci muri sia per merito di una copertura nelle retrovie che non lascia nulla al caso. La ricezione avversaria deve stare con gli occhi ben aperti, costantemente bersagliata dagli attacchi delle uboldesi. Dove non c’è l’attacco, arriva Caporale con il pallonetto: in tre si lanciano per prenderlo, ma nessuno lo intercetta. La Free non vede a rischio il proprio punteggio, sale a 21-25 grazie ad un servizio avversario out.

Secondo set. L’allenatore Brignani cambia la formazione; i servizi castegnatesi mettono a dura prova la ricezione uboldese, che per ben quattro volte non riesce a controllare la palla sul primo tocco. Nemmeno la ricezione avversaria eccelle, tuttavia non sfruttiamo l’occasione per attaccare e a far salire il punteggio uboldese sono errori e doppi tocchi del Castegnate, che poco dopo si rifanno mettendo in atto due salvataggi record. Il laterale Chierici mette ordine in campo ricordando l’importanza di attaccare, ma le padrone di casa non cedono alle diagonali uboldesi. Le blu-bianche e le nero-gialle sono distanziate per pochi punti ma troppi attacchi della Free superano la linea di fondo campo e sul finire il set scivola via per 25-20.

Terzo set. Pandolfo domina i primi fischi arbitrali con le sue battute che portano la squadra ad un umile vantaggio. La palla tarda però ad essere intercettata, è necessario che le ragazze si muovano per tempo per riuscire a fare un gioco più ordinato ed efficace; questa condizione fortunatamente non dura a lungo e la Free si riprende nel controllo dei fondamentali. Anche in assenza del libero le centrali riescono a difendere il campo. Sul finire del set e con il Castegnate sempre più lontano, i passaggi si fanno sempre più sicuri, seppur intervallati da qualche brutto errore. Il set è comunque uboldese e, termina sul 17-25, la Free mette in tasca un punto sicuro.

Quarto set. Il fattore incertezza è una palla presente prima nel campo della Free poi in quello del Castegnate. Pandolfo domina sotto rete e, intercettando le scoperture nel campo avversario, aiuta il punteggio uboldese, comunque affaticato da frequenti sbagli spesso evitabili. Il laterale Brignani non si lascia intimidire dai giochetti a rete delle avversarie e più volte intercetta la palla che corre sulla rete permettendo così di continuare l’azione; ma anche le compagne devono fare la loro parte, schiodandosi dal proprio posto. Il Castegnate recupera, ma la cattiveria di Ceriani non basta per piegare la ricezione avversaia, il vero e impenetrabile ostacolo per recuperare e vincere il set. La Free perde per 24-21 e si prepara per il tie-break.

Quinto set. Il punteggio sale a ping-pong e questo sembra essere il presagio anche delle ultime azioni della partita. Gli attacchi non mancano ma sono troppo imprecisi, molte azioni avversarie sono smorzate dai muri. Il cambio campo è determinato dall’ottavo punto avversario, subito eguagliato dalla bomba di Chierici. Dopo il 4-4 e l’8-8 arriva anche il 12-12 ed il 14-14: per fortuna gli errori non scoraggiano le pallavoliste che continuano comunque a tenere lo sguardo e la mente in campo. Una ricezione avversaria imprecisa fa finalmente fischiare l’arbitro per il 15-17 ed esultare la Free per la vittoria del match.

È stato un vero peccato non aver portato a casa 3 punti ma solo 2: molti errori si sarebbero potuti evitare, troppi attacchi out, troppe giocatrici a gettarsi su una sola palla; ma la vittoria è arrivata, frutto di determinazione e di un non scoraggiamento che sarebbero stati altrimenti fatali, soprattutto alle ultime battute del tie-break. Il prossimo appuntamento prevede cornetti e ferri di cavallo: venerdì 17 marzo, presso la palestra G. Galli di Uboldo la Free Bigiotteria sfiderà l’Unione Sportiva Marnatese Asd, ultima in classifica.

#46 Centrale Caporale al servizio

DR