News‎ > ‎

2DF Campionato: Emmedue Baboo Albizzate - Free Bigiotteria 3-1 (25-14, 19-25, 27-25, 25-20)

pubblicato 1 dic 2015, 00:04 da Video NewVolleUboldo   [ aggiornato in data 1 dic 2015, 00:04 ]

- Albizzate, 29 novembre 2015 –

Cento minuti di gioco non sono stati sufficienti per la vittoria, più volte sfiorata ma mai conquistata. Le due squadre non hanno mai smesso di rincorrersi ed, eccezione fatta per il primo set, i risultati parziali difficilmente potevano essere previsti; la Free Bigiotteria ha dato l’impressione di essere una squadra che vale, le cui potenzialità però non sono state messe pienamente in campo: la vittoria avrebbe potuto essere molto semplice, ma Emmedue Baboo Albizzate ha sfruttato eccellentemente le capacità del suo capitano-laterale che ha dato del bel filo da torcere alle uboldesi. 3-1 è il deludente risultato finale, frutto di una determinazione fin troppo intervallata dalla disattenzione e da “errori banali”, come li definisce l’allenatore Brignani.

Primo set. La Free tenta fin dall’inizio di farsi discretamente strada: bisogna fare attenzione alla scopertura in centro campo ma gli attacchi non mancano e le palle sono giocate magistralmente e a lungo. Le uboldesi trovano i punti vulnerabili nel campo avversario, ma Emmedue Baboo corre veloce e nulla cade a terra. Al termine della prima rotazione la Free è già stata superata e, complice una ricezione sempre più debole, l’allenatore sul 14-8 è costretto a chiamare il time out. Poco cambia: Morandi deve correre per correggere nell’alzata i difetti della ricezione, c’è poco controllo di palla e il set viene miseramente perso per 25-14.

Secondo set. Il capitano Brignani regala un 1-1 con un attacco fortuito e spiazzante, cui seguono una serie di errori avversari che ci danno un vantaggio di cinque punti. Villa stupisce con muri e attacchi, mentre Scuderi non risparmia le avversarie dai suoi pallonetti strategici. Non mancano le diagonali bomba di Borghi e gli attacchi angolati di Passer. Le albizzesi però si svegliano e cominciano a mettere alle strette la nostra ricezione. Ci pensa Borghi a prendere le difese della squadra schiaffeggiando la palla addosso alle avversarie che tuttavia non crollano. Un out ritarda il pareggio, ma laterali e centrali uniscono le loro forze mettendo in difficoltà la difesa dell’Emmedue Baboo. Borghi fa punto con una fast, la tradizionalista Villa invece attacca dal centro e il set viene vinto 19-25.

Terzo set. La Free comincia ancora il set in vantaggio. Il libero Locatelli non smette di smorzare gli attacchi avversari, permettendo alla palleggiatrice di servire adeguatamente le attaccanti. Sul 12-12 le albizzesi pareggiano, ma la Free non demorde e, anche se di poco, si mantiene momentaneamente in vantaggio. Emmedue Baboo viene distratta da giuste contestazioni per sviste nell’arbitraggio e la Free ne approfitta per guadagnare, dopo svariati pareggi, il match point su 22-24. La fine del set tarda però ad arrivare: palle interminabili contenenti grinta, debolezza, determinazione e disattenzione portano prima all’ennesimo pareggio e poi al sorpasso con vittoria delle padrone di casa per 27-25.

Quarto set. I missili avversari mettono la Free in difficoltà, l’unica soluzione è replicare con altri missili. La prima rotazione si conclude con un pareggio di 10-10: le buone prestazioni dell’inizio del set subiscono un calo e il vantaggio della Free lascia spazio ad un continuo rincorrersi. Villa non smette di murare, ma poco dietro di lei bisogna far attenzione alla voragine creata, evidente agli occhi delle albizzesi. L’allenatore Brignani non smette di rimproverare le sue giocatrici invitandole a chiamare la palla, ma gli errori di intesa continuano e lasciano la strada libera alle avversarie. Un muro della Free ritarda il match point albizzese ma la ricezione, peccando, regala il set alle sfidanti per 25-20.

Dagli spalti non tarda ad arrivare il commento della non convocata Chiara Ripamonti e dell’ex compagna di squadra Sara Garribba: “Con un po’ più di attenzione avremmo sicuramente potuto vincere. Potevamo farcela, ma abbiamo visto le giocatrici un po’ troppo ferme sulle gambe.” Questa partita ha tenuto fissi sul campo anche gli occhi (e l’obiettivo fotografico) del libero 2 Melissa Radrizzani, che da oggi non mancherà sicuramente di tifare la propria squadra dal pubblico. La aspettiamo insieme a tutti i consueti tifosi giovedì 3 dicembre a Varese contro il Bizzozzero Volley, poco sotto di noi nella classifica: per la Free è ora di far valere le proprie capacità dall’inizio alla fine della partita.

parte della tifoseria

DR