News‎ > ‎

1D Campionato: New Volley Uboldo - Gorla 3-2 (21/25, 25/22, 30/28, 19/25, 15/11)

pubblicato 4 feb 2018, 01:20 da New Volley Uboldo   [ aggiornato in data 4 feb 2018, 03:47 ]

- Uboldo, Venerdì 2 febbraio 2018 - 


Questo venerdì si è giocata una partita di grande importanza al pala Galli di Uboldo. Si affrontava Gorla, squadra molto giovane, ma così tenace da aver subito solo 2 sconfitte in questo campionato: alla prima giornata si è fatta sorprendere da Pro Patria Busto e poi non ha più subito sconfitte tranne contro di noi (3-2) in una dura partita. Quella partita fu da molti letta come un nostro mezzo passo falso, ma con i risultati che Gorla ha saputo raccogliere contro le altre “grandi” (Caronno, Oggiona, Albizzate tutte sconfitte) sicuramente quella gara andrà rivalutata. 


Gorla apparentemente ha dalla sua solo una giocatrice di levatura superiore, giocatrice di banda che va applaudita per il talento e le capacità in ogni fondamentale; ma la realtà è che tutto il pacchetto funziona bene: buona ricezione; un buon libero; un’alzatrice che, seppur grazie ad un tocco trattenuto al limite del regolamento, mette in difficoltà gli spostamenti del muro dei centrali, e riesce a servire in modo preciso ogni attaccante; un gioco incentrato sulla banda dove però le percentuali di realizzazione sono molto alte. 


Per organizzare le controffensive, coach Comelli ha lavorato in settimana ad una tattica di gioco appropriata che non vedeva altro che essere sperimentata in campo, considerato che invece in allenamento manca ormai da oltre un mese l’apporto della nostra Morandi, a cui vanno gli auguri di un rapido rientro, con la conseguente impossibilità di giocare il sei contro sei. 


Pronti-via, parte il primo set e Uboldo gioca con il consueto e rodato sestetto con Testi-Pagani, Brunone-Pozzi, Borghi A.V. - Caprera e il libero Borghi. Già da subito si evidenzia una certa difficoltà di Pozzi (ancora convalescente per problemi influenzali) nel trovare l’intesa con Testi in attacco, mentre Gorla offre il gioco aspettato, a cui si risponde con muri aggressivi delle coppie Pagani-Testi e Caprera-Borghi A.V. Tuttavia la faccenda è complicata, perché fintantoché il muro non viene registrato, Gorla mette a terra molte palle, che unite ad alcuni nostri errori in ricezione su palle non troppo difficili, consegnano il primo set alle avversarie.


Nel secondo set, registrato il muro verso posto 4, il numero di attacchi vincenti di Gorla cala drasticamente mentre noi riusciamo ad impostare il nostro gioco, rapido e chirurgico, basato sugli affondi di Pagani da due e di Caprera e Borghi A.V. dal centro. Il secondo set ci regala una ottima serie di colpi di Brunone, impiegata però con palle non troppo precise, avendo Testi scelto di sfruttare le bande quasi solo per le soluzioni con palla difficile. Il set prosegue con break e recuperi ma alla fine è nostro. 


Il terzo set vede proseguire il dominio di Uboldo, e grazie all’avvicendamento di Borghi A. su Pozzi, acquista un’ottimo ricettore e soprattutto battitore. Borghi riesce ad aggredire la battuta con la qualità che da qualche periodo non mostrava, e semina scompiglio nella ricezione di Gorla. Bentornata Alessia! Altro set tirato, si prosegue fino al 30-28!!, ma che si conclude con un primo risultato. Siamo 2-1. Primo punto conquistato, ma si può tentare il colpaccio. 


Nel quarto set si prosegue con la tattica di forzare la battuta in modo da rendere difficoltosa la costruzione di azioni semplici a Gorla e la cosa sembra funzionare, se non che a metà della prima rotazione, Gorla prende un vantaggio di quattro punti, sempre con la propria alzatrice in battuta, che non riusciremo più a recuperare fino alla fine. Nemmeno il rientro di Pozzi sul finale riesce a concretizzare la vittoria, e lasciamo quindi il quarto set a Gorla. Ci si gioca tutto nel quinto. 


Nel quinto set Comelli si affida ancora all’esperienza di Pozzi, e quindi al sestetto titolare. Si parte alla grande con una Borghi A.V. aggressiva, che porta a casa i primi due punti in attacco, e i successivi tre con battute chirurgiche. Questo vantaggio ci rende più sciolte e lottiamo fino ad accumulare un vantaggio che 99 volte su 100 significa vittoria certa. Ma non a Uboldo, perché sul 13-5 avviene l’inspiegabile… Gorla azzecca una serie di battute precise verso posto 5 che mettono in crisi i nostri ricettori, che pur tenendo la palla in gioco, obbligano Testi a servire quasi sempre posto 4, dove una Brunone ottima fin qui, viene colta da un piccolo momento di incertezza, non riuscendo più a concretizzare palle a terra. Anche i contrattacchi di Gorla cadono tutti ma non si può far molto per arginare questa situazione se non bruciare i time-out e rincuorare le atlete oppure tentare qualche delicato cambio. E' a questo punto che Comelli richiama in campo Borghi A. su Brunone, che non risolve la situazione, ma quantomeno fornisce respiro all’attacco. Sul 13-11, una battuta a rete di Gorla e un successivo nostro punto portano a chiudere 15-11 il set e la gara per 3-2 in nostro favore. 


Sudatissimo risultato ma partita bellissima, giocata in modo corale. Gorla si conferma squadra tosta, se consideriamo le due ore e mezza di partita. Errori da entrambe le parti ci possono stare anche per via della palpabile tensione agonistica. Siamo secondi a un punto da Oggiona ma con una gara in meno da giocare. Avanti così!


Bravissime le ragazze di capitan Pagani. Hanno eseguito alla perfezione le tattiche preparate a testimoniare la maturità raggiunta. Complimenti a Testi, per la terza gara a ricoprire il ruolo di alzatore senza alternative in panchina per essere sostituita in caso di difficoltà. In questa stagione la giovane alzatrice uboldese, grazie anche all'esperienza della compagna di ruolo Morandi, che aspettiamo prestissimo, sta facendo progressi importanti sia nella tecnica che nella impostazione del gioco, frutto della sua professionalità e dedizione per il volley. 


alla prossima!




Comments